Questo sito utilizza cookie al fine di migliorare i servizi offerti e l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare sul sito, accetti il loro utilizzo. Per ulteriori informazioni consulta la nostra privacy policy.  

Coming soon

Corso di formazione in Sciamanesimo - Livello 1 - 2018-2019 - 8^ Edizione

8 Moduli a cadenza bi-trimestrale. Un percorso di crescita personale e di guarigione dell'anima.

Partenza 17 Febbraio 2018 - Fine Giugno 2019.

Early bird price per iscrizioni entro il 31 Dicembre 2017. ​

Chiusura iscrizioni: 31 Gennaio 2018. Posti limitati.

>> Maggiori informazioni

Il nuovo libro di Luciano Silva

Costellazioni familiari sciamaniche: un libro di Luciano Silva

In questo spazio si respira un'aria diversa, risplende un'altra luce, regna un amore incondizionato e compassionevole in grado di accogliere tutto e tutti. In esso ci si apre a un nuovo futuro, a un altro futuro. In esso, riprendiamo a vivere la nostra Grande Storia.

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Le ultime news

Open Day 2017 - Presentazione attività e corsi 2017-2018 e a seguire presentazione libro di Luciano Silva "Costellazioni Familiari Sciamaniche" - Edizioni Crisalide
(31/08/2017)

Costellazioni Familiari Sciamaniche - Storie dai giardini della preesistenza. Nuovo libro di Luciano Silva.
(09/05/2017)

Sciamanesimo e Guarigione - di Luciano Silva - Edizioni Crisalide
(09/05/2017)

Sciamanesimo e Guarigione - di Luciano Silva - Disponibile in formato eBook
(09/05/2017)

Articoli e interviste

Cosa danno alla tua TV? - di Chris Lüttichau
(12/07/2017)

Allora, cos'è esattamente lo Sciamanesimo?
(27/06/2017)

Cosa non è lo sciamanesimo - di David Kowalewski
(30/01/2017)

Sull'essere uno sciamano - di Mary Mueller Shutan
(15/09/2016)

Letture suggerite

Sciamanesimo e Guarigione: un libro di Luciano Silva

Il potere è impersonale, è sempre lo spirito a decidere a chi far giungere il suo soffio liberatorio.


Luciano Silva - Sciamanesimo e guarigione - Edizioni Crisalide

>> Vai alla bibliografia generale

Articoli ed interviste > Allora, cos'è esattamente lo Sciamanesimo?

Articolo di Nicholas Breeze Wood, editore della rivista Sacred Hoop.

Articolo pubblicato dalla rivista Sacred Hoop, Issue 96-2017 su gentile concessione.

Traduzione italiana a cura dell'Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico.


Pubblichiamo questo articolo del quale condividiamo la maggior parte delle osservazioni di Nick Breeze Wood circa lo sciamanesimo. L'Associazione culturale Il Cerchio Sciamanico si riserva di dissentire su quanto riportato dall'autore riguardo alla testimonianza trasmessa da Carlos Castaneda attraverso le sue opere, un insieme di conoscenze e di pratiche che fanno esplicito riferimento a lignaggi di veggenti e sciamani del Messico Antico.


 

Non è facile definire cosa sia lo sciamanesimo e non è detto che siate d'accordo con la definizione che cercherò di dare qui di seguito. Lo sciamanesimo non è una materia precisa e ci saranno delle anomalie in quello che scrivo - ma spero di dare almeno un'idea in linea generale, fatto salvo le eccezioni.
La parola "sciamano" è una trasposizione occidentale della parola samaan o s'amanthe, proveniente dai popoli siberiani Evenchi (precedentemente noti come le popolazioni di Tungus), ed è stata importata nella lingua russa da parte dei primi esploratori della Siberia.
La parola è stata gradualmente accettata in Russia come termine generale per indicare un guaritore nativo siberiano e poi è stata esportata dagli antropologi nel resto del mondo nel XIX e nel XX secolo.

La parola shamanka - che significa una sciamana donna - non è mai stata utilizzata dai popoli siberiani – la desinenza ka è un modo russo per dare ad una parola la connotazione secondaria della forma femminile.
Alcuni dicono che la parola è di origine sanscrita, proveniente dalla parola s'ramana - che significa monaco buddista - ma il linguaggio degli Evenchi non è collegato al sanscrito e gli Evenchi non sono stati a contatto con molti monaci buddisti tibetani – attraverso cui alcuni dicono che la parola fu portata dall'India in Siberia. Quindi l'origine sanscrita della parola è estremamente dubbia. Inoltre gli esploratori russi avevano registrato per la prima volta la parola nel XVI secolo e non ci sarebbe stato nessun contatto con buddisti tibetani in quello stesso periodo.
La parola sciamano viene solo da un gruppo tribale, riscontrato in Siberia ed in Manciuria e diversi popoli tribali in altre regioni usano nomi diversi per lo stesso ruolo.
In Siberia – ai confini delle popolazioni degli Evenchi, gli Jakuti chiamano gli sciamani maschi khamma o ayun, mentre i Mongoli ed i Buriati li chiamano buge o bo, i Koreani mudang o baksu, i Tartari e gli Altaiani kam e gam, gli sciamani Kirghisi baksy ed i Samoiedi tadibey.
Ma per indicare una sciamana donna in Siberia si usa un altro nome e questo nome è molto simile in una zona geografica molto ampia. Tra i Mongoli, i Burati, gli Jakuti, gli Altaiani, gli Evenchi ed i Kirghisi la parola per una sciamana donna è udagan (o variazioni come utagan, ubakan, utygan o utugun). Questa parola probabilmente proviene dalla parola mongola Etugen che è il nome dell'antica dea del focolare.
Dal momento che udagan è così universale, gli esperti di lingua la identificano come una parola molto antica, più vecchia di tutte le parole usate per lo sciamano maschio, il che dimostra che le sciamane donne siano state riconosciute da tempi molto più antichi rispetto ai maschi.


SCIAMANESIMO ED ANIMISMO


sciamano buriatoLo sciamano ha una visione animistica del mondo. Un animista crede che tutte le parti della Creazione siano vive in qualche modo ed abbiano uno spirito.
Nulla è morto nell'universo per l'animista - voi ed io abbiamo un'anima, e così è per tutti gli animali e le piante ed allo stesso modo lo è per le rocce ed i fiumi, le montagne e le nuvole, le stelle, il sole e la luna; perfino una malattia od un concetto od un cerimonia od un oggetto rituale hanno un'anima - tutto ha un'anima e viviamo all'interno di una vasta rete di interconnessione. Tutte le culture animistiche e sciamaniche lo concepiscono.
Tutte le culture sciamaniche sono animistiche - ma non tutte le culture animistiche sono sciamaniche. Le culture sciamaniche sono qualcosa di speciale, qualcosa di raro, qualcosa che si verifica solo in alcuni luoghi della terra - anche se ci sono culture animistiche in tutto il mondo.
Una cultura animistica è una cultura che ha di base una visione del mondo legata all'animismo. Esempi di culture animistiche includono il Q'ero del Perù e della Bolivia, le tribù dell'America del Nord, i popoli Maya dell'America Centrale, i Maori della Nuova Zelanda, gli Aborigeni dell'Australia, i gruppi tribali dell'Africa, gli antichi Celti ed i Vichinghi, alcuni gruppi in India e molti altri popoli in tutto il mondo.
Nessuna delle suddette culture sono culture sciamaniche, anche se alcuni aspetti dell'antica cultura animistica dei Vichinghi erano sciamanici – in particolare la pratica dello “seid”. Il “seid” era un'antica pratica in cui i veggenti, generalmente donne, entravano in trance e gli spiriti parlavano o cantavano attraverso di loro. La pratica scomparve secoli fa, ma il moderno movimento sciamanico ha fatto un ottimo lavoro per ripristinarla e so di molti praticanti potenti che si tuffano in profondità e nuotano veloci e forti.
Una cultura sciamanica è una cultura animistica in cui viene praticato lo sciamanesimo- sia nelle famiglie – in cui lo sciamano guarisce solo coloro che sono immediatamente vicini a sé - o dove si trovano gli sciamani "professionali", che lavorano per la comunità in senso più ampio.
Uno sciamano è una persona che entra in trance e durante quella trance, o viene posseduto da spiriti di antenati - che erano sciamani prima di lui, o viene posseduto da entità e spiriti del luogo, come lo spirito di una montagna o di un lago, oppure la sua anima lascia il loro corpo e viaggia verso gli altri mondi spirituali che sono invisibili, ma stanno tutti attorno a noi, e lì si incontra con gli spiriti in modo da acquisire conoscenza e potere. Spesso tutte queste cose accadono all'interno della stessa tradizione sciamanica.
Anche alcune persone appartenenti alle culture animistiche hanno esperienze di trance, ad esempio quando, durante una ricerca di visione - nelle tradizioni nativi americane - il cercatore può cadere in una trance ed avere visioni, ma ciò non lo rende uno sciamano, perché la trance avviene senza la sua volontà - e non può richiamarla quando ci vuole entrare.
Anche le culture animistiche possono avere una grande conoscenza della magia, possono eseguire guarigioni molto potenti e possono detenere grandi saggezze, ma i loro ministri ed i loro guaritori non entrano in una trance volontaria e controllata e non vanno nei mondi spirituali, ma tendono a richiamare gli spiriti di questo mondo – il che, anche se questi spiriti possono essere estremamente potenti, è sottilmente diverso dallo sciamanesimo in cui gli sciamani vanno dagli spiriti.


Le culture in cui lo sciamanesimo si ritrova principalmente sono gruppi tribali in tutta la Siberia la Finlandia e l'estremo Nord dell'Europa, la Mongolia, la Tuva, l'Asia Centrale, la Cina, la Asia sud orientale, il Tibet ed il Nepal. Alcuni antropologi ritengono che anche alcune delle tribù della foresta amazzonica siano sciamaniche, mentre altre non lo pratichino. Personalmente, dal momento che i loro uomini/donne di medicina entrano in trance - anche se con l'aiuto di piante psicoattive - penso che anche queste culture possano essere definite sciamaniche. Ci sono anche tracce di pratiche sciamaniche rinvenute in Ungheria ed in altri luoghi. La mappa, come d'altronde lo sciamanesimo, non è perfettamente precisa.
Come regola generale, se si lavora con una cultura al di fuori di quelle aree geografiche, si sta lavorando con una cultura animistica anziché con una sciamanica. Ma il confine tra ciò che è sciamanico e ciò che è animista è molto sfocato. Ad esempio uno sciamano siberiano esegue molte pratiche che hanno molto in comune con un uomo di medicina dei Nativi Americani.
Questo si può spiegare dicendo che gli sciamani eseguono anche delle pratiche animistiche - non tutto ciò che fanno per le persone è sciamanico - lo sciamanesimo è la cosa supplementare che fanno per le persone e che un uomo di medicina non fa. Tutte le culture animistiche in tutto il mondo hanno delle somiglianze - questo perché il mondo è fatto in questo modo e gli spiriti sono spiriti fatti della stessa natura. Potete considerare questo come l' "ossatura del sacro". Tutte le ossa dei sistemi spirituali animistici del mondo sono le stesse, ma ogni cultura mette diverse carni sulle ossa. Questo è il motivo per cui un uomo di medicina Zulu ed un uomo di medicina dei Lakota appaiono diversi a livello superficiale, ma quando si va a fondo, si nota che stanno facendo lo stesso lavoro di base.

CHI PUO' ESSERE UNO SCIAMANO?


 

Il popolo degli Evenchi, da cui deriva la parola sciamano, ha un detto; «Uno sciamano si siede su un ramo diverso dell'Albero delle Anime rispetto ad una persona normale». Ciò riguarda una storia che hanno in cui si racconta che le anime dei bambini siedono come uccelli sui rami dell'Albero del Mondo, in attesa di nascere. I bambini normali siedono sui rami dell'albero, ma gli sciamani siedono su un proprio ramo: gli sciamani sono diversi dagli altri.
Si può scegliere di essere uno sciamano? No, non si può. O si è nati sciamani o no. Se gli spiriti ti vogliono, non c'è niente che si possa fare e se gli spiriti non ti vogliono, ugualmente non c'è niente che si possa fare. Se non ci sono gli spiriti ciò significa che non si può essere sciamani. Essere uno sciamano non implica avere una vita fredda, la maggior parte dei componenti delle tribù pensa essere sciamani sia un po' come una maledizione e spesso ce la mettono davvero tutta per sottrarsi al ruolo. Tuttavia gli spiriti hanno sempre i loro metodi ed il candidato sciamano spesso si ammala o corre un rischio di morte, se non accetta la loro chiamata. Gli sciamani nativi spesso pensano che le persone in Occidente che vogliono diventare sciamane e si adoperano per riuscirci siano pazze. Gli insegnanti più importanti di uno sciamano sono gli spiriti. Senza gli spiriti uno sciamano non è niente e gli spiriti insegnano allo sciamano che diventa così loro apprendista. Ma anche gli insegnanti umani sono importanti perché un insegnante umano è un po' come un'agenzia matrimoniale, presenta lo sciamano agli spiriti e gli insegna anche i modi per interagire con gli spiriti. Alcune tradizioni sciamaniche prevedono delle iniziazioni per i loro candidati sciamani, altre non le fanno, dipende dalla cultura. Alcune culture dicono che non si può essere uno sciamano nella loro cultura a meno che non si abbia il DNA di quella cultura - anche molto tempo prima che si sapesse del DNA. Altre dicono che si può essere uno sciamano in quella cultura anche senza il DNA.


La maggior parte delle persone ricevono la chiamata ad essere uno sciamano perché sono “fuori di testa” per gli spiriti fin da una giovane età e questo spesso porta ad una malattia fisica o mentale durante gli anni dell'adolescenza che spesso vengono chiamate come le “malattie dello sciamano”. Possono avere tutti questi sintomi ed anche essere colpiti da un'illuminazione o possono venire posseduti dagli spiriti ed andare in trance involontariamente. Nelle tradizionali culture sciamaniche uno sciamano viene chiamato a diagnosticare la natura della malattia, e se è chiaro che il malato è uno sciamano e la malattia è la malattia dello sciamano, lo sciamano che lo tratta gli dirà che deve imparare ad essere uno sciamano o ad affrontare le conseguenze. Tuttavia, a ovest, in cui non c'è una cultura sciamanica, le cose, naturalmente, non sono generalmente così chiare.

Nei primi anni '80 si è sviluppato un nuovo stile di sciamanesimo occidentale - generalmente noto come 'Core Shamanism'. Si è sviluppato principalmente attraverso l'opera di Michael Harner. Il core shamanism ha ripreso la modalità di base dello sciamanesimo di entrare in trance e viaggiare verso i mondi dello Spirito, ma lo ha spogliato di tutti gli aspetti culturali, rendendolo più facilmente accessibile agli occidentali. Il principio fondamentale del core shamanism è che chiunque può imparare a viaggiare ed impiegare "tecniche sciamaniche" nella propria vita, per aiutare se stessi o gli altri. Questo è senza dubbio vero e molte persone trarranno molti vantaggi dall'apprendimento delle tecniche dello sciamanesimo. Tuttavia la stessa regola di essere scelti dagli spiriti è ancora applicabile. Penso sempre che il mondo spirituale sia un po' come l'oceano. Tutte le persone possono esplorare le superfici dello sciamanesimo; sedersi sulla spiaggia con le punte dei piedi in acqua o pagaiare dove si rompono le onde - in altre parole quasi tutti possono imparare a fare il viaggio sciamanico basico e fare qualche cosa vicino alla riva. Alcune persone si addentreranno nell'oceano con l'acqua fino al loro petto o impareranno a nuotare un po' ed entreranno più in profondità. Ma solo quelli scelti dagli spiriti impareranno veramente nuotare e tuffarsi, trattenere il respiro sott'acqua ed andare nelle profondità del mondo spirituale.
Dicendo questo non si vuole essere elitari - è semplicemente la verità. Quando si fa sciamanesimo ad un certo livello di profondità, può essere molto pericoloso sia fisicamente sia psicologicamente: alcuni sciamani muoiono durante le cerimonie. Non tutte le persone sono tagliate per immergersi in profondità e solo coloro che hanno la benedizione e l'aiuto degli spiriti impareranno a spingersi enormemente fuori dalle loro profondità, per tornare in sicurezza - se sono fortunati. Ma ciascuno può vivere una ricca vita animistica e può imparare dei semplici rimedi sciamanici di primo soccorso - e credo che il mondo sarebbe molto migliore se ci fossero più persone a praticarlo.

 

ALCUNE COSE DA FARE E DA NON FARE


Ci sono in giro tante persone che stanno realmente attuando una buona pratica sciamanica - e ci sono tante persone che non stanno per nulla attuando una buona pratica sciamanica - la New Age può essere un posto così pieno di lanugine che si può annegare molto facilmente, soffocandosi con tutta quella polvere fatata.
Mi imbatto spesso in persone che pensano che lo yoga, il reiki o qualche altra forma di terapia siano lo stesso che lo sciamanesimo. Non lo è - al massimo è animista - ma non è sciamanesimo.
Trovo anche molte persone che pensano che lo sciamanismo sia andare in natura e sedersi là fuori, forse con la schiena appoggiata ad un albero, collegandosi e diventando "uno con tutto". Ancora, neanche questo è sciamanesimo. La meditazione in natura è qualcosa da incoraggiare: il sintonizzarsi e sentire la propria connessione con tutti i propri “parenti” è qualcosa che apporta un grande beneficio - ma non è sciamanesimo. Lo sciamanesimo è un lavoro dalla disciplina severa, si incontrano gli spiriti e si hanno dei dialoghi reali con loro, si negozia - talvolta sottomettendosi o persino combattendo - per il bene della propria comunità.

Spesso nella comunità New Age la gente pensa che gli sciamani siano delle persone meravigliose - vicino allo Spirito - che amano tutti e compiono buone azioni per tutto il giorno. Anche questo è un mito. Gli sciamani tradizionali spesso si combattono ed, a volte, cercano di uccidersi e di rubarsi il potere con l'aiuto dei loro spiriti. Gli sciamani tradizionali spesso maledicono tanto quanto curano e rendono difficile la pratica degli altri sciamani. Di recente ho parlato proprio di questo con degli amici sciamani mongoli e sono stati piuttosto invidiosi di alcune delle mie "avventure sciamaniche", perché avevo viaggiato in luoghi di cui avevano sentito solo dai loro anziani; essi stessi non erano in grado di viaggiare in quei luoghi, perché la paura dell'attacco da parte di altri sciamani era una possibilità troppo realistica per loro. Fortunatamente questi tipi di attacchi sono molto rari nelle comunità sciamaniche occidentali e tra chi pratica core shamanism, in quanto all'interno di queste comunità esistono solo poche persone che hanno conoscenze di più di una semplice "aria fritta", poiché spesso a loro mancano le conoscenze ed il potere per fare grandi danni. Vi avviso anche che non si consiglia di tentare di fare il "lavoro oscuro", molto verosimilmente ci si apre a forze spirituali molto più grandi di noi e si mette in pericolo se stessi ed i propri cari. Si può anche perdere la propria connessione con qualunque spirito di guarigione con cui si sia lavorato.


Molti anni fa, uno dei miei insegnanti fu tentato di usare uno spirito per un po' di "lavoro oscuro" di basso livello. Aveva sempre avuto un buon rapporto con il suo alleato spirituale – cosa che era veramente importante per lui e la sua pratica - ma quando il mio maestro cercò di chiamare questo spirito per fargli fare il “lavoro oscuro”, lo spirito lo lasciò e non tornò mai più. Questo accadde ormai più di 30 anni fa e so che il mio maestro lo sta ancora rimpiangendo a tutt'oggi. Avevo anche ricevuto un avviso sobrio dai miei spiriti, anche se non stavo tentando di fare nessun "lavoro oscuro" all'epoca. Il mio spirito guida mi guardò e poi mi disse casualmente che avrebbe potuto annullare la mia abilità sciamanica "proprio così". Ci fu il suono di uno schiocco di dita e mi ritrovai in un istante fuori dalla trance e di colpo nella realtà ordinaria- mi avevano buttato fuori. Era una lezione, non ci fu nessun problema quando tornai la volta successiva, ma non ho dubbi che - se avessero voluto - gli spiriti mi avrebbero semplicemente chiuso come un rubinetto.
Ci sono molti, molti libri in giro che pretendono di parlare di sciamanesimo.
Alcuni di loro sono molto buoni, altri non lo sono. Molti di loro non riguardano affatto lo sciamanesimo, perché la parola sciamanesimo è una parola “sexy” e gli editori di libri lo usano per aggiungere polvere fatata ai loro titoli.
Se si vuole conoscere qualcosa riguardo gli sciamani, consiglierei di leggere qualcosa sull'attuale sciamanesimo tribale, in buoni libri basati sulle culture native. Alcuni libri di New Age sono buoni, ma la maggior parte è davvero meglio evitarla.
Allo stesso modo alcuni libri - che sono veramente una finzione - sono spesso posti come libri importanti sullo sciamanismo. Qui sto particolarmente pensando agli scritti di Carlos Castaneda, ma ci sono anche molti altri autori. Castaneda era un eccellente romanziere che ha scritto alcuni libri di storia. Ha attinto da molte tradizioni antiche ed i suoi libri sono una cornucopia di metafore utili sullo Spirito ed il sacro - solo per favore non pensiate che siano letteralmente veri e soprattutto non pensiate che i suoi libri descrivano lo sciamanesimo. Lo sciamanesimo viene spesso associato all'assunzione di piante che alterano la mente. Negli ultimi anni il turismo verso l'Amazzonia è proliferato e le persone assumono sostanze come l'Ayahuasca, il San Pedro, il Peyote e vari tipi di funghi che alterano la mente.
Le persone sembrano spesso pensare che questo sia essenziale quando si tratti di sciamanesimo, ma lasciatemi assicurare che non lo è. La maggior parte delle culture sciamaniche in tutto il mondo non assume affatto nessuna sostanza che alteri la mente - invece si basano sugli spiriti che li possiedono, aiutati da un insieme di cerimonia, canto e tamburi.
Se siete attratti dal lavoro con quelle che spesso si chiamano le "piante maestro", va bene, ma lavorate con loro in modo da rispettare il loro spirito. Ogni cultura tradizionale che usa piante come queste ha cerimonie e canti che fanno parte della pratica stessa. Non è sufficiente solo prendere una pianta ed ingerirla per vivere un'avventura cosmica; bisogna imparare i metodi tradizionali, trovare degli insegnanti tradizionali e farlo correttamente - per voi stessi e per il rispetto e l'onore verso gli spiriti della pianta e lo spirito del lignaggio.

Lo sciamanesimo non è un percorso di crescita personale o di guarigione personale. Di certo avrete modo di incontrare entrambi lungo il percorso, ma questi sono effetti secondari.
Tuttavia, il core shamanism può essere eccellente per queste cose - e non c'è niente di sbagliato nell'utilizzare gli aspetti dello sciamanesimo di base per guarirsi, infatti, torno a dire, il mondo sarebbe un posto molto migliore se le persone lavorassero sulle loro 'cose' e ne traessero un po' di guarigione ed il modello di terapia molto più legata al core shamanism può essere eccellente per questo.
Ma soprattutto il lavoro di uno sciamano è quello di aiutare la propria comunità – a prescindere da come si definisca quel termine.


La sua comunità può essere la sua famiglia. Come ho già detto, in un sacco di culture siberiane tradizionali, uno sciamano lavorava solo per la propria famiglia - o lo si potrebbe fare per i propri amici e le persone che si conoscono nella vita ordinaria o potrebbe essere la famiglia di Internet o anche a livello nazionale o globale. Per la maggior parte di noi oggi non viviamo in piccoli villaggi rurali, agricoli, il nostro concetto di comunità è cambiato incredibilmente negli ultimi cento anni. Dovreste scoprire che cosa significhi ora questa parola per voi. Poiché non apparteniamo ad una cultura sciamanica - od addirittura ad una cultura animistica - in Occidente dobbiamo trovare noi stessi delle forme per costruirci una visione animistica del mondo. A causa di ciò, abbiamo cercato di guardare verso altre culture che hanno mantenuto la loro visione animistica - come i nativi americani o gli africani - nonostante gli sforzi spesso determinati dell'Occidente per "educare i selvaggi rispetto alle loro idee primitive". Dovete quindi ripercorrere le orme dei popoli tribali che sono stati emarginati e vedere i genocidi e gli annientamenti culturali che accaddero ai loro antenati. Potrebbero accogliervi e desiderare di condividere con voi i sacri insegnamenti così come potrebbero non volerlo fare. Quella sarà una scelta tribù per tribù, persona per persona.
Quindi intraprendete questo cammino con cura e con rispetto. Imparate con umiltà e prestate attenzione a quello che vi viene insegnato. Prestate attenzione a come lo trasportate nella vostra vita e nella vostra cultura – come se fosse un bimbo fragile perché, a seconda delle circostanze, le persone che vi hanno insegnano quelle cose, sono state sostenute da quelle tradizioni nei momenti di assoluto orrore e disperazione – perciò agite bene.
Potreste sentirvi attratti dal seguire un percorso animista derivante dai vostri antenati - forse avete sangue celtico o europeo, forse avete sangue africano o sangue dell'Asia centrale – ed il richiamo del sangue è forte.
Questa del sangue è una splendida linea da esplorare, ma siate consapevoli che, se provenite da una cultura europea le tradizioni sono state interrotte e percorsi come le Wicca o i Druidi sono invenzioni moderne e poco correlate ai loro antenati ancestrali.
I nostri antenati non seguivano un cammino spirituale per diletto o per il miglioramento di sé, erano legati alla loro spiritualità perché erano lì per salvare la loro vita, per aiutare a guarire i loro malati e per aiutare a portare colture ed animali alle loro tavole.
È molto facile "lasciarsi andare" alla fantasia in Occidente, perché siamo sganciati dal mondo naturale e non abbiamo bisogno dei nostri metodi antichi che ci aiutavano a sopravvivere. Nei tempi antichi, se le cose non funzionavano, la gente sarebbe morta ora non è così e non è più lì il punto pragmatico essenziale della spiritualità. La ricerchiamo per trovare l'equilibrio nel nostro mondo urbano ed il perché lo facciamo sta nel fatto che è troppo facile farsi sedurre dal suo romanzo e farsi incantare dalla fantasia. Non diventate così spirituali da non essere più un bene terreno.
Potete essere chiamati a camminare in un vero percorso sciamanico – e se ciò accade, non è un grosso problema, non è perché siete speciali, siete solo stati scelti dagli spiriti per portare un carico sulla schiena più pesante di quello di molti dei vostri compagni - ricordatevi che solo un idiota vuole essere uno sciamano a tutti i costi.
Ma camminando in un percorso di vita animista, vedendo la bellezza in tutte le vostre relazioni, vedendola in ogni essere che si incontra, da un corvo a un arcobaleno, da una stella di mare ad una stella nel cielo, ciò renderà la vostra vita più ricca e vi farà sentire più connessi - perché veramente siamo tutti legati gli uni agli altri.


 

 

Note sull'autore

Nicholas Breeze Wood è l'editore di Sacred Hoop Magazine. Ha seguito un percorso sciamanico da quando era adolescente, ma questo percorso divenne più formale quando conobbe i suoi primi insegnanti umani nel 1985, quando aveva 27 anni. Ha ricevuto insegnamenti e cerimonie da parte degli uomini di medicina nativi Americani, da sciamani Mongoli, Buriati e Tuvani e dalle tradizioni sciamaniche tibetane buddiste.

Ora è profondamente coinvolto come apprendista dei suoi spiriti guida. www.NicholasBreezeWood.me
Nick@SacredHoop.org

I contenuti pubblicati in questa pagina sono protetti dalla normativa vigente in materia di tutela del diritto d'autore, legge 633/1941 e successive modifiche ed integrazioni.
È vietata per qualsiasi fine o utilizzo, la riproduzione integrale su internet e su qualsiasi altro supporto cartaceo e/o digitale senza la preventiva autorizzazione.
Immagini, grafici e testi, in originale, riprodotti o tradotti, appartengono ai rispettivi proprietari.

I prossimi eventi

Cerchio Sciamanico per l'Equinozio d'Autunno

(23/09/2017)

Risvegliare l'Occhio del Cuore: Forza d'Animo

>> Maggiori informazioni


Cerimonia di INIPI per l'Equinozio d'Autunno

(23/09/2017)

Cerimonia di Inipi - Capanna del sudore - "La Via del Cuore - La Forza d'Animo"

>> Maggiori informazioni

Social

FacebookYouTubeGoogle+LinkedIn

Il Forum

Spazio di condivisione e confronto riservato ai soci e praticanti dell'Associazione

>> Info per registrazione

Strumenti sciamanici

Tamburi in pelle naturale e sintetica per il Viaggio Sciamanico, CD, DVD ed altri strumenti utili per la pratica.

>> Maggiori informazioni

Sessioni individuali

Sessioni, trattamenti e consulenze individuali con gli operatori.

>> Maggiori informazioni

Coming soon

Corso di formazione in Sciamanesimo - Livello 1 - 2018-2019 - 8^ Edizione

8 Moduli a cadenza bi-trimestrale. Un percorso di crescita personale e di guarigione dell'anima.

Partenza 17 Febbraio 2018 - Fine Giugno 2019.

Early bird price per iscrizioni entro il 31 Dicembre 2017. ​

Chiusura iscrizioni: 31 Gennaio 2018. Posti limitati.

Maggiori informazioni

Il nuovo libro di Luciano Silva

Costellazioni familiari sciamaniche: un libro di Luciano Silva

In questo spazio si respira un'aria diversa, risplende un'altra luce, regna un amore incondizionato e compassionevole in grado di accogliere tutto e tutti. In esso ci si apre a un nuovo futuro, a un altro futuro. In esso, riprendiamo a vivere la nostra Grande Storia.

I prossimi eventi

Cerchio Sciamanico per l'Equinozio d'Autunno

(23/09/2017)

Risvegliare l'Occhio del Cuore: Forza d'Animo

Maggiori informazioni


Cerimonia di INIPI per l'Equinozio d'Autunno

(23/09/2017)

Cerimonia di Inipi - Capanna del sudore - "La Via del Cuore - La Forza d'Animo"

Maggiori informazioni

Il forum

Spazio di condivisione e confronto riservato ai soci e praticanti dell'Associazione

Info per registrazione

FacebookYouTubeGoogle+LinkedIn

Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico - Tel 338.1838983 - Email info@ilcerchiosciamanico.it - Fax 0332.204364 - P. Iva 03109910129 - Disclaimer - Privacy Policy

Associazione Culturale Il Cerchio Sciamanico

Tel 338.1838983 - Fax 0332.204364

Email info@ilcerchiosciamanico.it

P. Iva 03109910129

Disclaimer

Privacy Policy

Uluru Web Design